Grazie a tutti/e e adesso si conta!

 

 

Con il firma day del weekend scorso e la fine del mese di giugno si è chiusa la campagna di raccolta firme per i referendum sociali.

Sono stati tre mesi intensi, che hanno visto una straordinaria partecipazione di migliaia di uomini e donne per tutta lItalia, da Trieste a Trapani, da Torino a Lecce. La nostra è stata è una sfida importante. Vogliamo dar voce ai cittadini sui temi più importanti per il presente e il futuro, vogliamo che siano loro a decidere quale scuola offrire ai propri figli, in quale ambiente farli vivere e quali servizi debbano essere sempre loro garantiti. Per questo motivo abbiamo creato una piattaforma di sindacati e movimenti che vogliono opporsi alla cattiva scuola del governo Renzi, ai piani di costruzione di nuovi inceneritori e alla possibilità di trivellare per terra e per mare non curanti della salute del nostro territorio, e alla volontà di rendere lacqua e i beni comuni una merce da monetizzare.

Tutto questo è stata la posta in palio di questi 90 giorni. Banchetti sotto la pioggia o un sole cocente, iniziative speciali, assemblee, incontri: molto è stato fatto e molto ci sarà ancora da fare. Perché adesso noi contiamo le firme, speranzosi di aver raggiunto lobiettivo. Poi dovremo ricominciare, di nuovo. Perché la sfida non finisce qua.

Nel frattempo, la cosa più importante possiamo già dirvela: grazie.

Grazie a tutti voi, a chi si è mobilitato e a chi ha firmato.

Grazie per crederci.